Piano cucina in cemento: 10 motivi per sceglierlo

Resistente, leggero e realizzato su misura. Ecco una guida per scegliere il tuo piano cucina in cemento gfrc.


Piano cucina in cemento gfrc. Perché scegliere proprio lui? Eppure esistono piani cucina in corian, in marmo, in granito, in vetro e in tanti altri materiali. Inoltre hanno tutti le stesse funzioni: abbellire e proteggere. Ma al netto di queste due finalità, ci sono altre 10 caratteristiche che convergono verso il top in cemento. Vediamole insieme.

Caratteristiche piano cucina in cemento

I top in cemento non si scelgono spinti da un impulso passeggero. Nessuno lo vieta, ma si correrebbe il rischio di perdere il meglio che il cemento GFRC può dare. Ecco, quindi, quali sono le caratteristiche che rendono un piano in cemento diverso rispetto a un piano realizzato con altri materiali.

Resistente

Il linguaggio quotidiano spiega meglio di qualsiasi tabella tecnica quanto sia elevata la resistenza del cemento: «Sei duro come il cemento», «è resistente come il cemento». Lo abbiamo sentito tutti almeno una volta nella vita. Il top, quindi, resiste bene ai graffi, non si scheggia e non si deforma. Non solo. Resiste anche alle macchie. Grazie a un particolare trattamento, i piani cucina in cemento GFRC non temono prodotti come vino rosso, olio, aceto, caffè e mostarda.

Artigianale

I top di Cemento Line sono realizzati a mano. Ogni pezzo è unico: è fatto in base agli spazi e alle esigenze del cliente. Non realizziamo prodotti in serie, la produzione industriale non si addice alle versatilità del cemento. I nostri prodotti si contraddistinguono non solo per le specifiche caratteristiche del materiale, ma per il rapporto diretto con chi acquista e con il metodo di lavoro da noi utilizzato.

Fatto su misura

La realizzazione su misura è una naturale conseguenza della natura artigianale del prodotto. Realizziamo piani di qualsiasi dimensione e forma e queste dipendono esclusivamente dalle esigenze del cliente. Inoltre, quando le dimensioni del piano sono importanti, lo stesso viene realizzato in un solo pezzo. Con gli altri materiali, invece, non funziona allo stesso modo: per coprire ampie dimensioni bisogna usare più blocchi che creano inestetiche linee di giunzione.

Personalizzabile e unico

Dalle prime due caratteristiche, ne derivano altre due molto importanti. Ogni piano cucina è unico. Non esistono due piani identici perché forma, colore e dimensioni dipendono esclusivamente dai gusti e dalle esigenze del cliente. Di conseguenza il top in cemento gfrc è personalizzabile. I clienti sono persone ed ogni persona ha i propri gusti e i propri bisogni. Il piano viene realizzato su questi elementi, proprio come un abito sartoriale.

Adatto a tutti gli ambienti

Che sia una cucina piccola o grande, in stile rustico o industriale, minimalista o chic il cemento si adatta ad ogni tipo ambiente. Non fanno eccezione le cucine con isola centrale. Il merito è delle caratteristiche fisiche del materiale e del suo colore neutro (personalizzabile all’occorrenza).

D’impatto

Legata sempre alle caratteristiche fisiche del materiale, il cemento vanta un’altra caratteristica: è d’impatto. Il suo aspetto materico, pur adattandosi ad ogni ambiente, si fa notare. Niente male per un prodotto che, sposandosi con ogni tipo di cucina potrebbe risultare anonimo. Invece conserva una forte identità.

Duttile

Anche la duttilità è legata alla natura artigianale del piano cucina di Cemento Line. Ogni nostro prodotto è un pezzo unico perché sono uniche le esigenze di chi lo sceglie. Ma ciò è possibile grazie alle caratteristiche del cemento, chiamato anche «pietra liquida». In forza al suo essere «liquido» in fase di lavorazione, può assumere ogni tipo di forma.

Performante

Attenzione, dire che un piano cucina in cemento sia duttile, non vuol dire che non sia resistente. Anzi, oltre ad essere resistente è anche più leggero rispetto ai piani realizzati con altri materiali. Com’è possibile? È possibile grazie alla fibra di vetro (da cui il nome GFRC, Glass Fiber Rinforced Concrete) e al polistirolo.

La fibra di vetro consente:

di potenziare la resistenza del cemento,
di realizzare piani molto lunghi, quindi, in un unico blocco.

Il polistirolo, invece, permette di lavorare in libertà anche sullo spessore del piano: elemento che esalta la massima personalizzazione. Infatti, all’aumentare dello spessore, il peso del top non aumenta.

Per saperne di più contattaci o richiedi un preventivo.